Cucine e zone fuoco

Informazioni per un utilizzo sicuro

Informazioni generali

Date le condizioni del terreno e la densità di utilizzo del territorio cantonale, la funzione protettiva del bosco è fondamentale per il Vallese: l’87% dei boschi svolge un ruolo essenziale di protezione contro i pericoli naturali. Noi scout vogliamo prenderci cura della natura e di ogni forma di vita. Siamo consapevoli della nostra responsabilità e agiamo di conseguenza:

  • Sorvegliamo il fuoco in ogni momento e spegniamo immediatamente le scintille. Prima di abbandonare le zone fuoco, spegniamo completamente il fuoco con acqua.
  • Non creiamo zone fuoco e cucine direttamente sul terreno e ci asteniamo dallo scavare buche per creare zone fuoco.
  • Ci atteniamo ai regolamenti cantonali e alle disposizioni ufficiali così come alle direttive supplementari del mova.
  • Al di fuori del terreno principale del campo, utilizziamo solo le aree grill fisse esistenti a una sufficiente distanza di sicurezza dal bosco (almeno 100 metri).
  • Nel terreno del campo principale (terreni delle unità) accendiamo i fuochi solo in bracieri e in condizioni di assenza di vento.
  • Se sussiste un rischio elevato di incendi di boschi (livello di pericolo 4 secondo indicazioni del cantone Vallese), ci asteniamo dall’accendere falò e in generale dall’accendere fuochi al di fuori del terreno del campo principale.
  • Teniamo sempre pronti dei dispositivi di estinzione adeguati (coperta antincendio in cucina; per esempio un secchio d’acqua presso un falò).
  • Non gettiamo via sigarette, articoli per fumatori e accendini incautamente.
  • Eliminiamo i residui di cenere (completamente raffreddati) esclusivamente nei cinque punti di smaltimento del mova.
  • Ci asteniamo dall’uso di fuochi d’artificio e simili.

Zone fuoco

Il fuoco deve essere gestito in modo tale che il terreno non venga danneggiato e che il fuoco bruci in modo chiaramente limitato. Non è permesso costruire zone fuoco direttamente sul terreno. Anche lo scavo di buche per zone fuoco è proibito. Non sono ammessi fuochi su cumuli di ghiaia, sabbia e simili.

I fuochi per la cucina devono essere accesi su fornelli rialzati (per esempio mezzi-bidoni con una griglia di metallo) o in bracieri con una griglia di metallo. Questi fornelli rialzati possono essere preparati con metodi semplici. Sfortunatamente, al mova non c’è a disposizione materiale adatto, quindi dovete portarlo con voi. Il terreno sotto bracieri e i fornelli rialzati deve essere protetto dal calore. Come schermi termici sono adatti un foglio di alluminio su un asse di legno o coperchi di pentole su codighe di legno.

I falò possono essere accesi solo nel terreno del campo principale (terreni delle unità) in bracieri e in condizioni di assenza di vento. Per le unità che non hanno un braciere, dei falò comuni possono essere trovati nelle piazze dei quartieri e dei continenti.

Si possono usare solo supporti solidi per l’accensione di fuochi (per esempio cubetti accendifuoco o in lana di legno). L’uso di acceleranti liquidi per il fuoco (es. spirito da ardere) è proibito.

Cucine

I fuochi delle cucine devono sempre essere mantenuti al minimo necessario. Le attrezzature da cucina devono essere collocate in modo tale che una fiammata involontaria non possa incendiare nulla. Le costruzioni del tetto devono essere tenute a una distanza sufficiente dalla zona fuoco in modo che il fumo possa uscire facilmente. La distanza dipende anche dal fatto che la cottura avvenga a legna o a gas. La distanza minima dal piano di cottura è di 1,50 m; per i fuochi a legna, la distanza deve essere aumentata adeguatamente. Le zone di cottura devono essere dotate di un supporto di protezione dal vento (per esempio una lamiera) per evitare scintille. Il supporto di protezione dal vento deve raggiungere almeno la superficie di cottura (per esempio la griglia di metallo) su tre lati. In generale, si raccomanda di preparare la cena in tarda serata (vento di valle quotidiano con raffiche più forti nel tardo pomeriggio). La legna da ardere deve essere conservata ad una distanza sufficiente dalla zona fuoco

Ogni unità riceve una coperta antincendio dal mova alla prima distribuzione dei pasti; altre coperte antincendio devono essere portate dall’unità stessa (per unità grandi con diverse cucine separate). Non spegnere mai un fuoco causato da grasso con acqua (pericolo di esplosione)!

 

Cucine a gas

Il gas liquido può essere usato solo per cucinare. Chi lo utilizza deve essere istruito sull’uso sicuro degli apparecchi a gas prima di metterli in funzione. Gli apparecchi a gas possono essere utilizzati solo all’aperto o in tende ben ventilate (pareti laterali aperte). Gli apparecchi a gas devono essere tenuti abbastanza lontani da qualsiasi materiale combustibile in modo che non ci sia rischio di incendio (distanza laterale minima di 20 cm). Un massimo di una bombola di riserva per apparecchio a gas può essere tenuta vicino all’apparecchio. Ci possono essere al massimo 4 bombole di gas (11 kg ciascuna) per ogni tenda cucina; non importa se le bombole di gas sono collegate, servono da riserva o sono vuote. Bombole di riserva e vuote devono essere conservate fuori dall’area di cottura, ma ad almeno 2 m di distanza dal dispositivo a gas.

I fornelli a gas devono essere controllati prima del mova e i componenti difettosi devono essere sostituiti (vedi liste di controllo mova). Se non siete sicuri, il personale specializzato è disponibile nelle filiali presso le piazze dei continenti.

 

Pericolo d’incendio di boschi

  • Nonostante siano ancora in corso delle discussioni con le autorità per poter utilizzare i fuochi delle cucine nei terreni delle unità anche in caso di aumento del pericolo di incendio di boschi (con tutte le precauzioni del caso), in casi estremi potrebbe non essere più possibile cucinare con la legna. Possiamo affrontare questa situazione come segue:

    • Le unità che hanno l’attrezzatura per cucinare con il gas sono pregate di portarla al mova. Procuratevi queste cucine a gas (fornelli robusti) prima del mova, perché non potremo fornirvi cucine a gas durante il mova. In questo modo sarete più flessibili durante il mova, anche se avete previsto di cucinare principalmente con la legna.
    • Nell’improbabile caso di un divieto assoluto di accensione di fuochi, organizzatevi con le unità vicine che cucinano a gas (ad esempio, cucina condivisa, cottura scaglionata).
    • La fornitura di gas al mova è garantita anche in caso di domanda elevata.
    • Un’ulteriore pianificazione di emergenza da parte del mova è in atto e la fornitura di cibo per tutti i partecipanti è garantita.

    Per ragioni ecologiche ed economiche, vi consigliamo di cucinare a legna se possibile, anche se avete con voi un fornello a gas. Al mova la legna da ardere è disponibile gratuitamente; per le bombole di gas liquido bisogna pagare il prezzo corrente di mercato.